Prendersi cura di sè

Prendersi cura di sé

Pensare a se stessi risulta spesso una priorità difficile da considerare.

Nella vita frenetica di tutti i giorni viviamo stress ed ansie a cui non diamo il giusto peso, ma che si accumulano dentro di noi riducendo la nostra qualità di vita che a livello generale è sempre più bassa. Una relazione soddisfacente con sé con l’altro a volte può essere difficoltosa o a volte può procurare diverse complessità, ma non ci si sofferma quasi mai a capire la radice di questi problemi.
Si pensa spesso alla figura dello psicologo o dello psicoterapeuta “come il dottore che cura i matti”, spesso ci si vergogna se si va da un terapeuta perché altri potrebbero pensare che “non si hanno tutte le rotelle apposto”.
Non è affatto così poiché fare un percorso terapeutico non significa obbligatoriamente avere dei problemi, e comunque avere dei problemi fa parte della vita di ognuno di noi.
Non affrontarli o far finta di niente può essere un rischio per la nostra salute, prendere in carico se stessi è un segno di rispetto e di voglia di benessere verso la propria mente e il proprio corpo.

Crediamo che prendersi cura di sé sia la soluzione migliore per proteggersi dalle incombenze della vita, bisogna agire e pensare prima che i problemi siano inaffrontabili o percepiti come irrisolvibili.
Per questo ci piace pensare alla relazione terapeutica non come una “medicina” in grado di curare un sintomo, ma un percorso che sostiene l’individuo nelle sue scelte della vita e che sia in grado di mettere in campo tutte le risorse e le qualità che la persona ha.

La psicologia non è una disciplina che “corregge” o “indirizza” o “aiuta”, bensì è uno strumento attraverso il quale la persona può crescere psichicamente e provare a stare bene.
Non esiste una terapia valida per tutti, per questo proponiamo degli incontri di conoscenza dove terapeuta e paziente capiscono il percorso migliore da intraprendere.

Leave a Comment